L'Arte in una stanza

Futurballa
1913-1918

22 aprile - 1 giugno 2016

La Fondazione Pasquinelli

La Fondazione Pasquinelli nasce nel 2011 per onorare la memoria di Francesco Pasquinelli, imprenditore milanese con una forte passione per la cultura, una profonda conoscenza della musica e dell’arte, di cui fu attento collezionista.

La Fondazione continua questo suo cammino, ampliandone l’aspetto sociale – al quale Francesco Pasquinelli fu particolarmente sensibile – e promovendo attività di formazione e di educazione rivolte soprattutto ai giovani e agli anziani.

In campo musicale, la Fondazione ospita, negli spazi appena ristrutturati di Corso Magenta, il presidio lombardo del Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili in Italia, fortemente voluto dal Maestro Abbado: in quest’ambito nel 2013 è stata fondata la Pasquinelli Young Orchestra per bambini dagli 8 ai 12 anni.

Anche il ciclo di mostre L’arte in una stanza risponde al desiderio, non solo divulgativo, di raggiungere un pubblico giovane nel quale stimolare interesse e curiosità anche attraverso iniziative formative.

Completano le attività della Fondazione interventi in campo sociale volti soprattutto ai giovani, sia per una riflessione e educazione al rispetto delle regole e della legalità, sia per l’incoraggiamento e sostegno degli studenti più meritevoli.

La Fondazione Pasquinelli e la Collezione Antognini

L’amore dell’arte può esprimersi in tanti modi.

Seguendo il puro piacere di vedere, Francesco Pasquinelli e Pina Antognini hanno raccolto un prezioso insieme di quadri che racconta tante possibili storie della pittura del Novecento, da Boccioni a Kandinsky, da Klee a Picasso.

In sintonia con la vocazione della Fondazione Pasquinelli a un godimento pubblico della bellezza, specialmente rivolto alle generazioni più giovani, la collezione si offre ora a tutti i milanesi, presentata attraverso un programma di sette piccole mostre tutte allestite in una stanza. Una scelta – quella di condividere con i concittadini, e non soltanto, una passione privata – in linea con una tradizione molto civile e tipicamente ambrosiana, a suo tempo esemplarmente interpretata da Gianni Mattioli e, più recentemente, da Antonio Boschi e Marieda Di Stefano.

Ogni mostra – allestita su un tema o una tendenza, mettendo a confronto i modi espressivi di artisti diversi, ma anche su un singolo artista – sarà arricchita da conferenze di argomento poetico, letterario, musicale, mentre un programma d’incontri e laboratori dedicati ai più piccoli introdurrà anche i bambini ai piaceri dell’arte.

Calendario delle mostre

1/ Paesaggi italiani 1909-1925
24 ottobre 2014 - 6 dicembre 2014
Boccioni, Severini, de Pisis, Sironi, Carrà
2/ Incanti
10 aprile - 23 maggio 2015
Rousseau, de Chirico, Savinio, Magritte
3/ Figure 1913-1924
22 ottobre - 4 dicembre 2015
Sironi, Carrà, Modigliani, Campigli, Picasso
4/ Futurballa 1913-1918
22 aprile - 1 giugno 2016
Balla
5/ Nature morte: Braque e Picasso, 1924 e 1942
autunno 2016
Braque, Picasso
6/ Geometrie e lirismi intorno al 1930
primavera 2017
Kandinsky, Prampolini, Miró, Klee
7/ Immaginazioni, invenzioni, gesti
autunno 2017
Licini, Fontana, Hartung, Mathieu

Informazioni

Le mostre di L'arte in una stanza sono ospitate nella sede di Fondazione Pasquinelli:

FONDAZIONE PASQUINELLI
corso Magenta 42
20123 Milano

https://goo.gl/maps/JKomR

Orari di visita:
lunedì - venerdì 15.00-19.00
sabato 10.00-12.00

Ingresso libero

Per le scuole, prenotazioni didattica@fondazionepasquineli.org
oppure 348-1946932 (lunedì-venerdì, 9.00-13.00 e 14.00-16.00).

Eventi / Mostra corrente

Questa volta tocca a un solo autore – il futurista Giacomo Balla – raccontare una storia artistica concentrata in pochi anni, quasi in perfetta coincidenza con la Grande guerra. Sarà l’occasione di mostrare, attraverso tre suoi pezzi di particolare qualità, come si potesse dar forma al movimento attraverso immagini immobili, dipinte sulla tela: di un’automobile in corsa tra le luci della notte, di una bandiera che sventola, di un colpo di fucile.

A corredo dei quadri, una serie di manifesti originali messi a disposizione dal Centro Apice dell’Università di Milano restituirà il clima ardente – al quale l’artista partecipò in prima persona – di un momento cruciale del Novecento, segnato dal mito della macchina e della velocità e dall’utopia della reinvenzione del mondo: tra il progetto, firmato proprio da Balla, di un “vestito antineutrale”, l’idea di una Ricostruzione futurista dell’universo, e il provocatorio programma di una Società di protezione delle macchine.

Giacomo Balla - Velocità di automobile + luci /1913/
Giacomo Balla - Bandiere all’altare della Patria /1915/
Giacomo Balla - Colpo di fucile domenicale /1918/

Le mostra è visitabile nei seguenti orari:
dal lunedì al venerdì 15.00-19.00
sabato 10.00-12.00

PIACERI FUTURISTI

Ciclo di conferenze

Quattro conferenze con proiezioni – e letture – racconteranno il futurismo dal punto di vista dei suoi principi originari, del collezionismo e di certe ancora attuali suggestioni sulla pratica artistica del nostro tempo.

1/ SPLENDORI GEOMETRICI E MECCANICI, NUMERI SENSIBILI E UOMINI MACCHINE
Antonello Negri
mercoledì 27 aprile 2016, ore 18.30
2/ ARTISTI IN GUERRA
Antonello Negri
mercoledì 11 maggio 2016, ore 18.30

3/ FUTURCOLLEZIONISTI E ALTRI MANIACI
Andrea Kerbaker
mercoledì 18 maggio 2016, ore 18.30

4/ DA FUTURBALLA A FUTURNESPOLO
Ugo Nespolo
mercoledì 1 giugno 2016, ore 18.30

1/ SPLENDORI GEOMETRICI E MECCANICI, NUMERI SENSIBILI E UOMINI MACCHINE
Antonello Negri
mercoledì 27 aprile 2016, ore 18.30
2/ ARTISTI IN GUERRA
Antonello Negri
mercoledì 11 maggio 2016, ore 18.30

3/ FUTURCOLLEZIONISTI E ALTRI MANIACI
Andrea Kerbaker
mercoledì 18 maggio 2016, ore 18.30

4/ DA FUTURBALLA A FUTURNESPOLO
Ugo Nespolo
mercoledì 1 giugno 2016, ore 18.30

Giocare con arte. La sezione didattica

La sezione didattica, dedicata a un pubblico dai 6 ai 10 anni, offre ai bambini la possibilità di avvicinarsi all’arte del Novecento divertendosi.

Per le scuole primarie

A SPASSO CON FUTURBALLA
Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 11.00.
Visita guidata in compagnia di un “cane al guinzaglio” e di una “bambina che corre sul balcone” per scoprire come rappresentare il movimento e la velocità.
Per maggiori informazioni ed adesioni: Futurballa.pdf
o compilare il modulo online.

Per bambini e famiglie

BALLO FUTURISTA
Sabato 7, 14 e 28 maggio dalle 16.00 alle 17.30.
Visita-laboratorio tra le opere di Giacomo Balla e alla scoperta della “ricostruzione futurista dell’universo”: dall’arredo alla moda, dal cinema al teatro, dalla musica alla danza, dal manifesto agli oggetti quotidiani. Con ballo finale.

BALLATRUCCO
Sabato 21 maggio dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00
Workshop dalla tela al volto in collaborazione con il Corso per truccatori e parrucchieri teatrali dell’Accademia Teatro alla Scala.

Entrata libera su prenotazione obbligatoria
Per prenotazioni: didattica@fondazionepasquinelli.org
oppure 348-19 46 932
(lunedì-venerdì, 9.00-13.00 e 14.00-16.00)