Paesaggi e nature morte
di classici moderni

31 marzo - 20 maggio 2017

MILANO

 
L'Arte in una stanza

Paesaggi e nature morte
di classici moderni

31 marzo - 20 maggio 2017

La Fondazione Pasquinelli

La Fondazione Pasquinelli nasce nel 2011 per onorare la memoria di Francesco Pasquinelli, imprenditore milanese con una forte passione per la cultura, una profonda conoscenza della musica e dell’arte, di cui fu attento collezionista.

La Fondazione continua questo suo cammino, ampliandone l’aspetto sociale – al quale Francesco Pasquinelli fu particolarmente sensibile – e promovendo attività di formazione e di educazione rivolte soprattutto ai giovani e agli anziani.

In campo musicale, la Fondazione ospita, negli spazi appena ristrutturati di Corso Magenta, il presidio lombardo del Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili in Italia, fortemente voluto dal Maestro Abbado: in quest’ambito nel 2013 è stata fondata la Pasquinelli Young Orchestra per bambini dagli 8 ai 12 anni.

Anche il ciclo di mostre L’arte in una stanza risponde al desiderio, non solo divulgativo, di raggiungere un pubblico giovane nel quale stimolare interesse e curiosità anche attraverso iniziative formative.

Completano le attività della Fondazione interventi in campo sociale volti soprattutto ai giovani, sia per una riflessione e educazione al rispetto delle regole e della legalità, sia per l’incoraggiamento e sostegno degli studenti più meritevoli.

La Fondazione Pasquinelli e la Collezione Antognini

L’amore dell’arte può esprimersi in tanti modi.

Seguendo il puro piacere di vedere, Francesco Pasquinelli e Pina Antognini hanno raccolto un prezioso insieme di quadri che racconta tante possibili storie della pittura del Novecento, da Boccioni a Kandinsky, da Klee a Picasso.

In sintonia con la vocazione della Fondazione Pasquinelli a un godimento pubblico della bellezza, specialmente rivolto alle generazioni più giovani, la collezione si offre ora a tutti i milanesi, presentata attraverso un programma di sette piccole mostre tutte allestite in una stanza. Una scelta – quella di condividere con i concittadini, e non soltanto, una passione privata – in linea con una tradizione molto civile e tipicamente ambrosiana, a suo tempo esemplarmente interpretata da Gianni Mattioli e, più recentemente, da Antonio Boschi e Marieda Di Stefano.

Ogni mostra – allestita su un tema o una tendenza, mettendo a confronto i modi espressivi di artisti diversi, ma anche su un singolo artista – sarà arricchita da conferenze di argomento poetico, letterario, musicale, mentre un programma d’incontri e laboratori dedicati ai più piccoli introdurrà anche i bambini ai piaceri dell’arte.

Calendario delle mostre

1/ Paesaggi italiani 1909-1925
24 ottobre 2014 - 6 dicembre 2014
Boccioni, Severini, de Pisis, Sironi, Carrà
2/ Incanti
10 aprile - 23 maggio 2015
Rousseau, de Chirico, Savinio, Magritte
3/ Figure 1913-1924
22 ottobre - 4 dicembre 2015
Sironi, Carrà, Modigliani, Campigli, Picasso
4/ Futurballa 1913-1918
22 aprile - 1 giugno 2016
Balla
5/ GEOMETRIE E LIRISMI INTORNO AL 1930
21 ottobre - 3 dicembre 2016
Kandinsky, Prampolini, Miró, Klee
6/ PAESAGGI E NATURE MORTE
DI CLASSICI MODERNI

31 marzo - 20 maggio 2017
Vlaminck, Morandi, Braque, Picasso
7/ Immaginazioni, invenzioni, gesti
autunno 2017
Licini, Fontana, Hartung, Mathieu

Informazioni

Le mostre di L'arte in una stanza sono ospitate nella sede di Fondazione Pasquinelli:

FONDAZIONE PASQUINELLI
corso Magenta 42
20123 Milano

https://goo.gl/maps/JKomR

Orari di visita:
lunedì - venerdì 15.00-19.00
sabato 10.00-12.00

Ingresso libero

Per le scuole, prenotazioni didattica@fondazionepasquineli.org
oppure 348-1946932 (lunedì-venerdì, 9.00-13.00 e 14.00-16.00).

Eventi / Mostra corrente

Paesaggio e natura morta – che nella pittura antica hanno un ruolo marginale rispetto alle grandi composizioni storiche, religiose, mitologiche – negli ultimi secoli hanno gradatamente acquisito autonomia e importanza, soprattutto come espressioni di pittura pura nella quale linguaggio e stile, sintassi e grammatica, diventano più significativi e interessanti del soggetto.

In questa sesta puntata del ciclo “L’arte in una stanza”, il paesaggio è rappresentato da opere di due artisti che hanno guardato entrambi al modello di Cézanne, interpretandolo in termini pittorici opposti: Maurice de Vlaminck esalta le qualità timbriche del colore, Giorgio Morandi distilla le forme in raffinatissimi passaggi di valori tonali. In mostra, l’universo magico del suo studio di Bologna viene evocato da una piccola selezione di fotografie scattate da Lamberto Vitali, suo grande amico, interprete e collezionista.

Quanto alla natura morta, due composizioni di Georges Braque e Pablo Picasso esemplificano, ciascuna con estrema qualità e originalità, due modi diversi di sviluppare, nel corso della prima metà del Novecento, la comune matrice cubista.

MAURICE DE VLAMINCK -
La casa del pittore (la Jonchère) /1914/
GIORGIO MORANDI - Cortile di via Fondazza /1954/
GEORGES BRAQUE - Bottiglia, zuppiera, fichi /1924/
PABLO PICASSO - Natura morta con cesto di frutta /1942/

La mostra è visitabile nei seguenti orari:
dal lunedì al venerdì 15.00-19.00
sabato 10.00-12.00

TRA STORIE E STILE

Ciclo di conferenze

Da tradizione ormai acquisita, le mostre della Fondazione Pasquinelli sono scandite da conferenze con proiezioni e letture su aspetti particolari del tema di volta in volta affrontato.

Il primo intervento prenderà spunto dalla natura morta di Picasso del 1942 per approfondire l’influenza della tragedia della guerra sulla più significativa produzione letteraria e artistica del tempo. Il tema della seconda conferenza verterà sulla rappresentazione del paesaggio: componente minore o laterale nella pittura antica diventato un soggetto primario per non pochi protagonisti dell’arte dell’Otto e del Novecento. In conclusione, si seguirà il filo di una vicenda che affonda le proprie radici nell’antichità, concentrandosi sull’affermazione della natura morta come genere autonomo dalla fine del XVI secolo al Settecento.

1/ SE LA NATURA È MORTA L’ANIMA NON STA MOLTO MEGLIO
Andrea Kerbaker
mercoledì 12 aprile 2017, ore 18.30
2/ LA PITTURA DI PAESAGGIO: UN’ARTE MINORE?
Antonello Negri
mercoledì 26 aprile 2017, ore 18.30

3/ LA NATURA MORTA: UN PERCORSO
Fiorella Frisoni
mercoledì 10 maggio 2017, ore 18.30

Giocare con arte. La sezione didattica

Anche in occasione della mostra “Paesaggi e nature morte di classici moderni” la sezione didattica offre, ai bambini dai 6 ai 10 anni, la possibilità di avvicinarsi all’arte del Novecento divertendosi.

Per le scuole primarie

SILENZIO! PARLANO LE COSE!
Dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 11.00.
Visita guidata di un’ora e mezzaper capire come gli artisti compongono le nature morte.
Per maggiori informazioni ed adesioni: Paesaggi e nature morte.pdf
o compilare il modulo online.

Per bambini e famiglie

CASE E COSE D’ARTISTA
Sabato 6 e 13 maggio 2017 dalle 16.00 alle 17.30.
Come sono gli atelier degli artisti? Da che oggetti traggono ispirazione? Un pomeriggio per scoprirlo…

Entrata libera su prenotazione obbligatoria
Per prenotazioni: didattica@fondazionepasquinelli.org
oppure 348-19 46 932
(lunedì-venerdì, 9.00-13.00 e 14.00-16.00)